La storia del Carnevale

È da poco passato il Martedì Grasso, giorno di grandi festeggiamenti in onore della chiusura del Carnevale, anche se in molte zone d’Italia si continuerà a festeggiare ancora per tutto il mese seguente. Ma che cos’è esattamente il Carnevale? Da dove deriva tale festa? Andiamo a scoprirlo insieme.

Il Carnevale è una festa che si celebra solitamente nei paesi Paesi di tradizione cattolica. L’elemento caratterizzante il carnevale è il mascheramento, dove sia grandi che piccini posso dare libero sfogo alla propria fantasia ed essere, come per magia, ciò che loro più aggrada. I festeggiamenti di svolgono in pubbliche parate lungo le strade di paesi e città in cui dominano elementi giocosi e fantasiosi anche, e soprattutto, grazie all’ausilio dei carri allegorici.

La parola Carnevale deriva dal latino carnem levare cioè “eliminare la carne”, poiché indicava il banchetto che si teneva l’ultimo giorno di Carnevale (martedì grasso), subito prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima.

I festeggiamenti maggiori avvengono il giovedì grasso ed il martedì grasso, cioè l’ultimo giovedì e l’ultimo martedì prima dell’ inizio della Quaresima. L’ importanza maggiore viene attribuita in particolare al martedì poiché, secondo il rito romano, la Quaresima inizia con il mercoledì delle ceneri.

Origini ben più antiche

Il Carnevale ha, in realtà, origini greche e romane, con le festività dionisiache greche o i saturnali romani. Durante tali feste si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell’ ordine, allo scherzo ed anche alla dissolutezza.

Da un punto di vista storico e religioso il Carnevale rappresentò certamente un periodo di festa ma soprattutto un rinnovamento simbolico durante il quale il caos sostituiva l’ ordine costitutivo, che però terminati i festeggiamenti, riemerge a nuovo o rinnovato e garantito per un intero ciclo, sono al Carnevale successivo. Il ciclo preso in considerazione è quello dell’anno solare.

Il Carnevale in Italia

l’Italia, come per molte cose, si contraddistingue anche per i festeggiamenti del Carnevale. Numerosi sono, infatti, i vari carnevali italiani, che richiamano la presenza di migliaia e migliaia di avventori anche dall’estero, come ad esempio il Carnevale di Putignano, quello di Venezia, quello di Cento, Viareggio, Acireale, Ivrea e molti altri.

Il Carnevale che gode di maggior fama e necessita addirittura di chiudere l’afflusso di turisti in città è quello di Venezia, che vanta origini antichissime ma dal 1797, con l’occupazione francese di Napoleone e seguentemente quella austriaca, la lunghissima tradizione carnevalesca veneziana fu interrotta per timore di ribellioni e disordini da parte della popolazione.

Solamente nelle isole veneziane , come Murano e Burano, la tradizione ebbe seguito, anche se in tono minore, conservando vigore ed allegria.

Nel 1979, dopo ben quasi due secoli, la grande tradizione veneziana del Carnevale, risorge nel giro di pochissime edizioni, tornando a ricalcare con grande successo le orme dell’antica manifestazione. Nei vari anni, il Carnevale si basa su una tematica ben precisa alla quale ispirarsi per le feste ed i vari eventi culturali e mondani di contorno. L’attuale Carnevale di Venezia è diventato un grande e spettacolare evento turistico, che richiama migliaia di visitatori da tutto il mondo.

Festa per i bambini

A conti fatti, ormai da decenni, come per quasi tutte le festività, è andato perso il senso originale, ma è comunque rimasto il divertimento è la spensieratezza che lo contraddistinguono. Tutto ciò per la felicità di grandi e piccini , ma soprattutto per i bimbi.

Poco tempo fa abbiamo organizzato un contest ove i bambini dovevano scrivere una poesia od un raccontino ispirato al Carnevale. Ne sono arrivati moltissimi, uno più bello dell’altro, che sono stati analizzati da personalità appartenenti al mondo letterario. Registi e Professori sono rimasti profondamente e positivamente colpiti da quello che è uscito dalle brillanti menti dei piccoli scrittori in erba.

Chi ha scritto poesie in rima, che ha parlato delle proprie dirette esperienze, chi della scelta del costume e chi si è lanciato su storie con morali molto profonde. Ciò che , però, ha accomunato tutte le loro opere è stato un solo ed unico fattore: il divertimento! Ed è giusto è sacrosanto sia così!

In questa vita, ormai così frenetica che assorbe il nostro tempo e la nostra energia, è bello soffermarsi un pochino e dedicarsi al divertimento ed alla spensieratezza, in modo da ricaricare “le batterie” per poter poi ripartire alla grande, affrontando le piccole grandi avversità della vita. Perciò via libera alla fantasia su costumi, feste, giochi e scherzi, riempiendo il pancino di tante buone ghiottonerie tipiche della festa, per rinfrancare corpo e mente.

Non ci rimane altro che augurare a tutti voi ancora buon Carnevale e buon divertimento, lasciandovi in compagnia dei bellissimi scatti di World Model Kids che hanno visto come protagonisti i piccoli modelli Greta, Chiara, Luca, Margherita, Aurora, Marco e Gabriele che hanno posato per noi con il loro costumino di Carnevale preferito. Li abbiamo lasciati giocare liberamente, cogliendo attimi di gioia e divertimento. Perché per i bimbi non dev’essere lavoro, ma puro gioco!

W.M.K.

Amministratore Supervisore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *